FONDAZIONE
LUCIANO
BIANCIARDI

Via De Pretis 32-34
58100 Grosseto

Tel. 0564 412732

Indice

Agenda

Finalità

I soci fondatori

Organismi

Un po' di preistoria

Attività svolta

Biblioteca e Archivio

Chi è Bianciardi

Fondo Riviste Contemporanee

Rassegna di riviste on-line

Dizionario Biografico del Novecento letterario

Statistiche Web

Amministrazione Trasparente




Catalogo della Biblioteca
LB

FONDAZIONE LUCIANO BIANCIARDI

Via De Pretis 32-34 * 58100 Grosseto tel. 0564 412732

grosseto on line

L'agenda della Fondazione
ultimo aggiornamento: gennaio 2016

1. Nuove edizioni di Bianciardi


Sono state edite da ExCogita due nuove edizioni di scritti di Luciano Bianciardi, un'edizione annotata di "Aprire il fuoco" (analogamente come fu realizzato per "La vita agra") e "Il fuorigioco mi sta antipatico", la raccolta completa delle risposte di Luciano Bianciardi alle lettere dei lettori e gli articoli apparsi sulla terza pagina del Guerin Sportivo dal 1969 al 1971, con prefazione del direttore del Guerin Matteo Marani.

Per ulteriori informazioni:

Il fuorigioco

Aprire il fuoco

A breve presenteremo come Fondazione entrambi i volumi.



2. E' morto Mario Dondero


Il 13 dicembre è morto il grande fotoreporter Mario Dondero, amico di Bianciardi, uno dei "giamaicani" - i frequentatori del bar Giamaica, insieme a Luciano, a Mulas, Cederna, Manzoni e tanti altri artisti famosi - il "Mario" della Vita agra.

Lo abbiamo ospitato al CEDAV l'anno scorso in occasione della mostra di Massimiliano Tursi su Bianciardi e gentilmente ci fece l'onore della sua presenza.

Un'umanita' fuori dal comune, che ha riversato nei suoi servizi fotografici, sempre attento alla parola e allo sguardo dell'altro.

Così Dondero descrive il suo primo incontro con Luciano Bianciardi:

"Prima di scriverla comunque La vita agra era occorso viverla. Ugo Mulas e io, sodale fraterno di quel tempo straordinario, compagno d’avventure fotografico-giornalistiche, abbiamo avuto modo di conoscere Luciano, sorta di coupe de foudre triangolare, quando ci recammo a Grosseto - mi pare che fosse nell’estate dei 1953 - per realizzare un reportage sui giurisdavidici, i seguaci di Davide Lazzaretti anche detto "il Cristo dell'Amiata" o il "Prete rosso". Direttore della Biblioteca Chelliana, il dottor Luciano Bianciardi ci era stato indicato come il maggior esperto in materia d’eresia giurisdavidica. Ci accolse benissimo e ci spedì a trovare il Tomencioni ...

Quando Bianciardi venne chiamato a Milano, la prima porta cui bussò in cerca d’alloggio fu la nostra, semplici inquilini della pensione della signora Maria Tedeschi, la signora De Sio della Vita agra, al n. 8 della via Solferino, piena di materna comprensione per le nostre giovani esistenze... Ricordo quando con Ugo Mulas e Carlo Bavagnoli trasferitosi nella nostra stanza per far posto a Maria, ci addormentavamo spesso con il ticchettio nelle orecchie della macchina da scrivere di Luciano che raggiungeva anche gli altri dormienti che erano Bepi Tavella, i pelotari baschi, i venditori dei libri a rate dell’Einaudi Uberto Guidotti e Giancarlo Bonora e Franz Saba Sardi, scrittore con la passione dell’erotismo. Luciano era un cesellatore di parole, un patito della ricerca certosina in biblioteca. Disseppelliva parole antiche e le riproponeva fresche e nuove" ...

Foto dell'incontro con Dondero sulla nostra pagina Facebook



3. Milano, 24 ottobre, il Polo Bianciardi al BookCity Festival


Giornata su Luciano Bianciardi al BookCity Festival di Milano, il 24 ottobre alle 12.30, presso l'Arena Civica Gianni Brera, sala Appiani, anche con il polo scolastico Bianciardi di Grosseto.

Il fuorigioco ci sta antipatico: Bianciardi, il calcio e la storia (dal Guerin Sportivo a Historia, riaprendo il fuoco), questo il titolo dell'iniziativa.

Incontro con Alvaro Bertani, Luciana Bianciardi, Arnaldo Bruni, Vincenzo Crescente, Maria Antonietta Grignani, Matteo Marani, Alberto Tagliati, Massimiliano Tursi, Lorenzo Antonioni e gli allievi della 4 A Grafica/Comunicazione del Polo Bianciardi di Grosseto, vincitori del concorso "La vita agra 3.0" indetto dalla Fondazione.

Libri di cui si parla:

Luciano Bianciardi, Il fuorigioco mi sta antipatico, ExCogita Editore;

L’Historia di Bianciardi, a cura di Vincenzo Crescente, prefazione di Alberto Tagliati, ExCogita Editore;

Aprire il fuoco, edizione annotata a cura di Alvaro Bertani, prefazione di Maria Antonietta Grignani, ExCogita Editore;

Massimiliano Tursi, Luciano Bianciardi. I luoghi, il tempo, le parole, prefazione di Mario Dondero, ExCogita Editore.



4. Uscito il nuovo numero del Gabellino


E' in linea il numero 15 de "Il gabellino", il periodico della Fondazione, interamente digitale.

Sono presenti contributi teorici di alcuni nostri collaboratori (in particolare di Romano Luperini, che apre la rivista) e articoli della redazione della Fondazione, che prendono in esame eventi e pubblicazioni di questi anni.

I contributi alla rivista sono aperti a tutti: per inviare un articolo, che sarà vagliato dalla redazione, è sufficiente registrarsi nel sito alla pagina: http://www.ilgabellino.eu/ilgabellino/user/register.

Inoltre sempre nello stesso sito è possibile consultare tutte le annate del periodico, grazie al lavoro della dr.ssa Federica Ferri:i numeri (ora digitalizzati in pdf) sono disponibili alla consultazione libera e racchiusi per fascicolo (il link è qui sulla banda a sinistra).



5. Città visibile, appuntamenti con la Fondazione


La Fondazione sarà presente alla Città visibile martedì 15 settembre alle ore 17, al Cassero, nell'ambito della rassegna "Riabilitare Grosseto", con la presentazione del catalogo della mostra "I luoghi di Luciano Bianciardi" con il fotografo Massimiliano Tursi.

Sabato 19 settembre alle ore 21.30, nella sede della Proloco, il chiostro di Piazza del Popolo, incontro sulla Libia di Gheddafi con il documentario del giornalista Gianfranco Jacopozzi e le parole del Viaggio in Barberia di Luciano Bianciardi, presentate da Massimiliano Marcucci.



6. La Fondazione alla Festa de L'Unità di Grosseto


La Fondazione, in collaborazione con l'Istituto Gramsci Grosseto, propone una serie di appuntamenti culturali alla Festa.

Si tratta di incontri in cui si affronteranno vari temi di attualità, sia visti nell'ottica nazionale sia con lo sguardo attento ai fenomeni di politica estera più densi di prospettive e di futuro.

L'inizio degli incontri è fissato per le 18.30 (solo 12 settembre, tema Europa, ore 19.30).

Tutti gli incontri si svolgeranno presso lo stand La Cultura alla Festa dell’Unità, Parco di via Giotto.



2 Settembre ore 18,30 Storie di Migranti

Con i migranti richiedenti asilo, accolti nel grossetano Conduce Massimiliano Marcucci, direttore Fondazione L. Bianciardi Con Rosalba Fanciulli, PD Grosseto In collaborazione con le Cooperative Solidarietà è crescita, Auxilium, Uscita di Sicurezza



3 Settembre ore 18,30 Editoria e web, nuove frontiere di cultura

Luca Verzichelli, Università di Siena, CDA Editrice Il Mulino Emilio Guariglia, Il Tirreno Grosseto



5 Settembre ore 18,30 La storia di Bianciardi Presentazione del libro “Historia” di Luciano Bianciardi

Luciana Bianciardi, Presidente Fondazione L. Bianciardi, editore Excogita Vincenzo Crescente, curatore del libro Flavio Fusi, giornalista RAI 3



6 Settembre ore 18,30 Ucraina e noi

Flavio Fusi, già corrispondente dall’Ucraina per Tg3 Massimiliano Frascino, giornalista, direttivo Istituto Gramsci Grosseto



8 Settembre ore 18,30 Intellettuali e popolo oggi

Valerio Fusi, già direttore Biblioteca Chelliana Barbara Benigni, direttivo Istituto Gramsci Gr Con gli studenti del Liceo delle Scienze Sociali di Grosseto, coautori della ricerca



9 Settembre ore 18,30 E’ tornata l’Unità. Quale Unità?

Vladimiro Frulletti, vicedirettore de L’Unità Con la presenza delle redazioni delle testate giornalistiche locali



12 Settembre ore 19,30 Stati Uniti d'Europa: un'utopia possibile?

Giulio Saputo, Segretario generale Giovani Federalisti Europei introduce Massimiliano Marcucci, Fond. Bianciardi



7. La storia di Bianciardi, 13 agosto


Festambiente, 13 agosto, ore 19 - Tramonti nell'uliveto

Presentazione del libro "L'Historia di Bianciardi": 6 saggi quasi inediti, scritti tra il 1958 e il 1961 per la rivista Historia e ripubblicati oggi dalla casa editrice Excogita.

Con il curatore del libro, Vincenzo Crescente, il giornalista Flavio Fusi e Alvaro Bertani (Excogita). Presenta Massimiliano Marcucci.



8. Bianciardi e la storia


Edita da Excogita una raccolta (quasi inedita, non presente neppure nell'Antimeridiano) di sei articoli di Luciano Bianciardi pubblicati su Historia tra il 1958 e il 1961.

Dalla Cuba di Fidel Castro al Canale di Suez, da Pio IX a Krusciov, da Garibaldi ai kamikaze giapponesi, i temi caldi del periodo che ancor oggi possono interessare il lettore d'oggi.



9. Premiazione concorso al Polo Bianciardi


Si è svolta la premiazione per il concorso "PRO.VA 3.0, Raccontaci la tua vita agra", indetto dalla Fondazione Luciano Bianciardi, in collaborazione con il Polo scolastico Bianciardi.

Il concorso si proponeva di diffondere tra i giovani la lettura e la conoscenza delle opere di Luciano Bianciardi e di coniugarla alla loro esperienza personale.

Partendo dal romanzo più famoso di Luciano Bianciardi, La vita agra, il concorso intendeva inoltre offrire a insegnanti, genitori, cittadinanza uno strumento per cogliere le molteplici forme e le sfumature del disagio giovanile.

E la risposta dei ragazzi non si è fatta attendere: decine di lavori, tra video, opere di arti figurative, testi, canzoni, opere di grafica, hanno impegnato la giuria e hanno offerto un interessante spaccato del mondo giovanile.

I lavori sono disponibili nello spazio web allestito dal Polo Bianciardi:https://plus.google.com/u/0/collection/gBX4S

I premi

Categoria video:

PREMIO a "La vita agra", regia di Lorenzo Antonioni, con la 4B Tecnico Grafico

MENZIONE SPECIALE: "L'Ultimo petalo" (4A Tecnico Grafico)

Categoria arti figurative:

PREMIO a Sofia Messicani

MENZIONE SPECIALE: a Asia Marianelli

Categoria testi e altro materiale:

PREMIO alla canzone "We Are Young People" di Antonio De Fabritiis

MENZIONE SPECIALE a "I bagagli del passato" di Patrycia Jankowska e Lisa Vitaloni



10. Bianciardi d'essai


La giornalista Irene Blundo ha pubblicato, per Stampa Alternativa, il volumetto "Bianciardi d'essai: la vita agra di Luciano Bianciardi a Grosseto raccontata da Isaia Vitali, Mario Dondero, Maria Jatosti".

Incipit

Non gli toccate Bianciardi. Non provate a darne visioni accademiche. Isaia Vitali ha conosciuto Luciano Bianciardi alle conferenze letterarie alla biblioteca comunale di Grosseto. Nei dibattiti accesi, in quella via Mazzini dove ancor oggi la Chelliana non è più tornata, si praticava il lavoro culturale. Poteva capitare di discutere con Pier Paolo Pasolini, che una volta dovette dormire all’albergo “Bastiani” perché qualche benpensante aveva squarciato le gonne della sua macchina, e accadeva di confrontarsi con Manlio Cancogni o Romano Bilenchi ...



Archivio notizie già pubblicate


DIVENTA AMICO O AMICA DELLA FONDAZIONE LUCIANO BIANCIARDI 

Se sei già Amica o Amico della Fondazione, rinnova il tuo appoggio per l'anno 2016. Se ancora non lo sei, diventalo. Con il versamento di un tuo libero contributo sul conto corrente Monte dei Paschi di Siena n. 31620.95, ag. 1 Grosseto, IBAN IT31 M010 3014 3000 0000 3162 095, intestato alla Fondazione Luciano Bianciardi, via de' Pretis 32-34, 58100 Grosseto, farai sentire la tua presenza aiutando le iniziative della Fondazione e riceverai i numeri del periodico, un volume dei "Quaderni" disponibili, le informazioni su tutte le attività.  
 
Spedisci questa pagina