FONDAZIONE
LUCIANO
BIANCIARDI

Via De Pretis 32-34
58100 Grosseto

Tel. 0564 412732

Indice

Agenda

Finalità

I soci fondatori

Organismi

Un po' di preistoria

Attività svolta

Biblioteca e Archivio

Chi è Bianciardi

Fondo Riviste Contemporanee

Rassegna di riviste on-line

Dizionario Biografico del Novecento letterario

Statistiche Web

Amministrazione Trasparente




Catalogo della Biblioteca
LB

FONDAZIONE LUCIANO BIANCIARDI

Via De Pretis 32-34 * 58100 Grosseto tel. 0564 412732

grosseto on line

L'agenda della Fondazione
ultimo aggiornamento: luglio 2015

1. La storia di Bianciardi, 13 agosto


Festambiente, 13 agosto, ore 19 - Tramonti nell'uliveto

Presentazione del libro "L'Historia di Bianciardi": 6 saggi quasi inediti, scritti tra il 1958 e il 1961 per la rivista Historia e ripubblicati oggi dalla casa editrice Excogita.

Con il curatore del libro, Vincenzo Crescente, il giornalista Flavio Fusi e Alvaro Bertani (Excogita). Presenta Massimiliano Marcucci.



2. Bianciardi e la storia


Edita da Excogita una raccolta (quasi inedita, non presente neppure nell'Antimeridiano) di sei articoli di Luciano Bianciardi pubblicati su Historia tra il 1958 e il 1961.

Dalla Cuba di Fidel Castro al Canale di Suez, da Pio IX a Krusciov, da Garibaldi ai kamikaze giapponesi, i temi caldi del periodo che ancor oggi possono interessare il lettore d'oggi.



3. Premiazione concorso al Polo Bianciardi


Si è svolta la premiazione per il concorso "PRO.VA 3.0, Raccontaci la tua vita agra", indetto dalla Fondazione Luciano Bianciardi, in collaborazione con il Polo scolastico Bianciardi.

Il concorso si proponeva di diffondere tra i giovani la lettura e la conoscenza delle opere di Luciano Bianciardi e di coniugarla alla loro esperienza personale.

Partendo dal romanzo più famoso di Luciano Bianciardi, La vita agra, il concorso intendeva inoltre offrire a insegnanti, genitori, cittadinanza uno strumento per cogliere le molteplici forme e le sfumature del disagio giovanile.

E la risposta dei ragazzi non si è fatta attendere: decine di lavori, tra video, opere di arti figurative, testi, canzoni, opere di grafica, hanno impegnato la giuria e hanno offerto un interessante spaccato del mondo giovanile.

I lavori sono disponibili nello spazio web allestito dal Polo Bianciardi:https://plus.google.com/u/0/collection/gBX4S

I premi

Categoria video:

PREMIO a "La vita agra", regia di Lorenzo Antonioni, con la 4B Tecnico Grafico

MENZIONE SPECIALE: "L'Ultimo petalo" (4A Tecnico Grafico)

Categoria arti figurative:

PREMIO a Sofia Messicani

MENZIONE SPECIALE: a Asia Marianelli

Categoria testi e altro materiale:

PREMIO alla canzone "We Are Young People" di Antonio De Fabritiis

MENZIONE SPECIALE a "I bagagli del passato" di Patrycia Jankowska e Lisa Vitaloni



4. Bianciardi d'essai


La giornalista Irene Blundo ha pubblicato, per Stampa Alternativa, il volumetto "Bianciardi d'essai: la vita agra di Luciano Bianciardi a Grosseto raccontata da Isaia Vitali, Mario Dondero, Maria Jatosti".

Incipit

Non gli toccate Bianciardi. Non provate a darne visioni accademiche. Isaia Vitali ha conosciuto Luciano Bianciardi alle conferenze letterarie alla biblioteca comunale di Grosseto. Nei dibattiti accesi, in quella via Mazzini dove ancor oggi la Chelliana non è più tornata, si praticava il lavoro culturale. Poteva capitare di discutere con Pier Paolo Pasolini, che una volta dovette dormire all’albergo “Bastiani” perché qualche benpensante aveva squarciato le gonne della sua macchina, e accadeva di confrontarsi con Manlio Cancogni o Romano Bilenchi ...



5. Luciano Bianciardi, i luoghi, il tempo, le parole


E' stato pubblicato da Excogita il nuovo Quaderno della Fondazione, "Luciano Bianciardi, i luoghi, il tempo, le parole", con fotografie di Massimiliano Tursi e con una nota di Mario Dondero.

Il libro è il catalogo della mostra inaugurata a Grosseto nel settembre 2014.



6. 8 e 9 maggio, tra Garibaldi e Ribolla


Venerdì 8 maggio, alle ore 17, nella sede di via Depretis ultimo appuntamento con il ciclo "Politica e miti", in collaborazione con l'Istituto Gramsci di Grosseto.

Partendo dal Garibaldi di Bianciardi, Nicola Turi dell'Università di Cagliari intende tracciare un percorso storico e letterario del mito politico italiano per eccellenza, Giuseppe Garibaldi.

Sabato 9 maggio, alle ore 17, presso l'ex cinema di Ribolla, nell'ambito delle celebrazioni comunali della tragedia mineraria del 1954, inaugurazione della mostra di fotografie di Massimo Tursi sui luoghi di Bianciardi, già proposta al CEDAV a settembre.

A seguire la presentazione della nuova edizione di "Vita agra di un anarchico", con la presenza dell'autore Pino Corrias, libro che suscitò all'uscita nel 1993 un rinnovato interesse nazionale per Bianciardi.



7. 24 e 25 aprile, Bianciardi per la Liberazione


Per la Liberazione la Fondazione è presente il 24 e il 25 aprile con due appuntamenti prestigiosi, i "Dialoghi letterari per la Liberazione"

Il 24 aprile alle ore 17 nella sede della Fondazione, il prof. Giorgio Patrizi presenta il suo lavoro su Gadda : per la prima volta, in una monografia, si ricostruisce l'intero percorso umano e intellettuale di Gadda, con un'analisi puntuale delle sue opere, indagate all'interno dell'inquieto procedere dello scrittore, dei rapporti con la propria autobiografia, con le trasformazioni della societa' intellettuale e civile, con la cultura della tradizione e del rinnovamento novecentesco.

Il 25 aprile, alle ore 17, nella sala del Museo di storia naturale della Maremma, il prof. Paolo Puppa, docente di storia del teatro all'Universita' di Venezia, drammaturgo, narratore e poeta, presenta il suo ultimo romanzo "Ca' Foscari dei dolori", un romanzo tra eros, follia e vizi accademici.

8. Berlinguer e la fine del comunismo, 18 aprile


Sabato 18 aprile, ore 17, riprendiamo il ciclo "Politica e Miti" con un appuntamento importante, legato a una delle figure piu' significative della storia politica del PCI, Enrico Berlinguer.

Silvio Pons, direttore della Fondazione nazionale Antonio Gramsci, presenta il suo "Berlinguer e la fine del comunismo", Einaudi editore.

Un Berlinguer storicizzato, che emerge dalla riflessione sul suo mito, per attingere alla sua visione e alla sua opera politica, senza eludere le contraddizioni di alcuni risultati, per affermare senza pregiudizio la sua eredita' morale e civile.

9. Bianciardi alla Normale, 26 marzo


Giovedi' 26 marzo alla Scuola Normale Superiore di Pisa, Luciana Bianciardi e Arnaldo Bruni discuteranno con gli studenti sul tema dal titolo "Io mi oppongo, Luciano Bianciardi oggi".

Luciano torna quindi alla Normale, dopo essersi là laureato nel 1948 su una tesi sul pedagogista e filosofo John Dewey, sotto la guida di Guido Calogero, antifascista, insigne maestro del liberalsocialismo.



10. Campi di fragole per sempre, di Flavio Fusi


Venerdì 13 marzo alle ore 18 al Museo di Storia naturale di Grosseto, la Fondazione invita alla presentazione di "Campi di fragole per sempre Una cronaca infedele", di Flavio Fusi.

Un libro di memorie, anzi un libretto, come lo definisce il suo autore, Flavio Fusi, il giornalista della Rai, quell’inviato all’estero che per tanti anni ha raccontato tante crisi internazionali con il suo stile onesto e asciutto, senz’altro apprezzato dai telespettatori italiani per la sicura professionalità, di più da quelli grossetani, loro poco abituati a sentire in rete quel vago accento maremmano e quindi orgogliosi di trovarlo anche fuori dalle rassicuranti televisioni nostrane.

Flavio ci offre il suo passato, anzi quello che del suo passato riemerge da qualche vecchia fotografia, lo spunto ideale per recuperare a pezzi, per omettere, per aggiungere.

Una cronaca infedele, come recita il sottotitolo, dove ci ritroviamo perché anche nei nostri pezzi di ricordo abbiamo attraversato quegli anni, quei posti, quei nomi.

Una memoria personale che diventa collettiva e apre al recupero della storia di una città e di un intero territorio, intrecciando l’avventura individuale con la sociologia e la politica.

Romanzo di formazione di un uomo e di una città.



Archivio notizie già pubblicate


DIVENTA AMICO O AMICA DELLA FONDAZIONE LUCIANO BIANCIARDI 

Se sei già Amica o Amico della Fondazione, rinnova il tuo appoggio per l'anno 2015. Se ancora non lo sei, diventalo. Con il versamento di un tuo libero contributo sul conto corrente Monte dei Paschi di Siena n. 31620.95, ag. 1 Grosseto, IBAN IT31 M010 3014 3000 0000 3162 095, intestato alla Fondazione Luciano Bianciardi, via de' Pretis 32-34, 58100 Grosseto, farai sentire la tua presenza aiutando le iniziative della Fondazione e riceverai i numeri del periodico, un volume dei "Quaderni" disponibili, le informazioni su tutte le attività.  
 
Spedisci questa pagina