20 maggio, convegno internazionale sui migranti

Sabato 20 maggio, ore 9, a Grosseto, presso la banca Tema in corso Carducci 14, convegno internazionale sui migranti con Padre Alejandro Solalinde, candidato al premio nobel per la pace 2017, ed Enrico Calamai, diplomatico, viceconsole in Argentina al tempo dei desaparecidos. 

Un ponte tra Messico, Mediterraneo e Italia, organizzato dalla Fondazione Bianciardi in collaborazione con il Ministero dei beni culturali. 
L’incontro prevede anche una tavola rotonda con gli attori locali dell’accoglienza dei migranti, coordinata dal sociologo Moreno Toigo.

Solalinde, sacerdote messicano, ha fondato nel 2007 «Hermanos en el Camino», un centro di aiuto per i migranti diretti negli Stati Uniti, che ospita ogni anno 20.000 persone, e ha ottenuto diversi riconoscimenti per il suo impegno sociale, come il Premio per i diritti umani. 
Più volte è stato minacciato di morte dai «cartelli» dei narcotrafficanti, vive sotto scorta in Messico; la sua esperienza è stata descritta nel libro I narcos mi vogliono morto, edito da EMI.

Enrico Calamai, chiamato “lo Schindler di Buenos Aires” per aver salvato centinaia di persone dalla dittatura argentina, è oggi portavoce del Comitato “Verità e giustizia per i nuovi desaparecidos del Mediterraneo”. 
La sua esperienza di diplomatico in America latina è stata descritta nel libro Niente asilo politico

A Calamai è stata dedicata una puntata de “La storia siamo noi” della RAI Un eroe scomodo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *