28 novembre con il fisico Guido Tonelli e il suo “Genesi”

Giovedì 28 novembre la Fondazione Bianciardi ospiterà Guido Tonelli a Grosseto: la mattina al Liceo Aldi per un incontro con i ragazzi e il pomeriggio alle 16.30 al Museo di Storia Naturale per un incontro con la cittadinanza.

“Nessuna civiltà, grande o piccola che sia, può reggersi senza il grande racconto delle origini.”

GUIDO TONELLI, GENESI, FELTRINELLI, 2019

È un libro da leggere, entusiasmante, così come è l’autore, Guido Tonelli, uno dei padri del bosone di Higgs, responsabile di una delle torri del grande anello dell’acceleratore del CERN di Ginevra .

Siamo un popolo con poca propensione agli studi scientifici. I quadri in questo campo scarseggiano, non si trovano insegnanti di matematica e fisica per le scuole superiori, eppure abbiamo una tradizione di eccellenza da Galileo ai ragazzi di Via Panisperna fino a Rubbia e ora al gruppo di prim’ordine al CERN. Quest’estate l’ultimo libro di Tonelli ha tenuto le prime posizioni nella top ten (fa specie che se ne parli così come una canzonetta) dei libri più letti.

Ha superato il successo del volumetto di Rovelli, “7 brevi lezioni di fisica”. Questo in un paese in cui appena 5 milioni di cittadini su 60 legge un libro all’anno compresi quelli scolastici. Cosa ha il libro di Guido Tonelli di così speciale ?

In primo luogo è scritto bene con uno stile divulgativo attraente, che trasmette l’entusiasmo dell’autore per la scienza, per la “nuova fisica” resa accessibile al cittadino di cultura media. Poi, c’è una fiducia sulla capacità della scienza di superare i pregiudizi.

È la posizione metodologica di Tonelli, come di Rovelli e di ogni scienziato degno di questo nome: le cose non sono come appaiono ai nostri occhi. Ad es. il vuoto non è vuoto davvero, se può essere attraversato da minuscole variazioni quantistiche, come quella che 13,8 milioni di anni fa ha prodotto il big bang e dato luogo alla nascita del nostro universo materiale. Il bello è che Tonelli per spiegarlo dà credito ad Esiodo e al suo verso fulminante: all’inizio era il chaos.

Come dice nella citazione in esergo da una poesia anonima comparsa sui muri di Palermo: non possiamo fare a meno della poesia. Cosa che può apparire strana per uno scienziato, ma non per Tonelli che mostra una solida formazione umanistica e che pensa ci sia uno stretto legame tra arte e scienza. Su questo si fonda il libro: ogni popolo ha bisogno del proprio racconto delle origini, senza il quale non può esistere. L’approccio speciale di Tonelli è raccontare le origini del nostro mondo attraverso il linguaggio attuale della scienza.

Giuseppe Corlito

https://www.feltrinellieditore.it/opera/opera/genesi/#descrizione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *