Bianciardi bibliotecario a Grosseto, sabato 29 ottobre

Presentazione del libro di Elisabetta Francioni “Bianciardi bibliotecario a Grosseto (1949-1954)” con l’autrice; intervengono Luca Agresti, Assessore alla cultura del Comune di Grosseto, Irene Blundo, giornalista e autrice del libro “Bianciardi com’era a Grosseto”, Anna Bonelli, Direttrice della biblioteca Chelliana, Arnaldo Bruni, Università di Firenze e autore della prefazione del libro, Gian Bruno Ravenni, già Dirigente regionale dell’area cultura: introduce Massimiliano Marcucci, Presidente della Fondazione Bianciardi. 

Luogo dell’incontro, la sala conferenze di Clarisse Arte, in via Vinzaglio 27 a Grosseto, gestita dalla Fondazione Grosseto Cultura.

Con documentazione inedita, Elisabetta Francioni ricostruisce l’attività della Chelliana e la figura del suo direttore in rapporto alla comunità bibliotecaria dell’epoca e agli strumenti tecnici utilizzati e dimostra come Bianciardi non fu né estraneo al contesto bibliotecario nazionale né alle procedure tecnico-scientifiche della disciplina.

Aveva una visione molto avanzata della biblioteca, minoritaria all’epoca, una biblioteca come servizio (e non come conservazione), in particolare verso le classi popolari, da sempre suo punto di riferimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *